Scegliere di cambiare ed adattarsi al cambiamento



Molti hanno già percepito che il 2020 è stato solo l’inizio di un cambiamento epocale, ma la maggior parte delle persone sta aspettando che tutto torni come prima.
Nulla tornerà come prima, per fortuna aggiungo. Siamo in grado di sopportare ed adattarci a qualsiasi situazione e trovare comodità anche tra i rovi, ma non possiamo dire che i decenni passati stavamo bene. Ci siamo abituati al non stare bene. Pensiamo sempre che può andar peggio, ma quasi mai che potrebbe anche andare meglio.
Quindi piuttosto che muoverci per cambiare le cose, aspiriamo a che tornino almeno come prima.
Ovviamente non ho la Verità in tasca, parlo per quello che sento e quello che vedo, sempre nel silenzio e con gli occhi chiusi.
Sperimento, provo anch’io ad adattarmi al cambiamento e a muovermi ogni giorno verso il cambiamento, partendo dall’unica certezza, Me Stesso.

Questa settimana sto facendo solo la colazione, niente pranzo, né cena, né spuntini e merende. A volte le scelte drastiche che ci imponiamo possono aiutarci ad affrontare cambiamenti drastici che la vita ci impone.
Attenzione, le scelte devono essere sempre fatte in maniera consapevole, possono essere dettate anche da un impeto di impulsività, ma poi vanno gestite in maniera Equilibrata , Costante e Responsabile.
Quello che voglio dire è che si può cambiare, è una questione mentale e di volontà, ma soprattutto di consapevolezza.

I Fiori di Bach

“Per la maggior parte degli ultimi duemila anni la civiltà occidentale ha attraversato una fase di spiccato materialismo, e il riconoscimento del lato spirituale della nostra natura e della nostra vita ha perso molto terreno nella mentalità corrente; i beni terreni, l’ambizione, il desiderio e la sensualità prevalgono sui valori autentici della vita. Il vero motivo dell’esistenza dell’uomo sulla terra è stato messo in ombra dalla paura di non ricavare dalla sua incarnazione altro che un guadagno terreno. … La vera natura dell’Io Superiore, indipendente dal presente, ha avuto ben poco peso per noi, invece di guidare e stimolare ogni nostra azione. Al contrario, abbiamo evitato i compiti importanti e cercato di rendere la vita il più possibile comoda, scacciando dalla nostra mente ogni pensiero ultraterreno e abbandonandoci alle comodità terrene, così da renderci inabili a compiere le prove difficili che ci sono riservate. Ecco perché in questo secolo la posizione professionale, lo stato sociale, il benessere e i beni terreni sono diventati lo scopo principale.”

da I fiori che guariscono l’anima – Edward Bach

Provateli!!!